Aumentano gli studenti di spagnolo in Europa

Lo spagnolo è una lingua predominante in America, sia nel nord che nel sud, mentre in Europa è sempre più parlata. Aumentano gli studenti e le imprese che danno valore alla conoscenza della lingua e crescono richieste delle lezioni di spagnolo.

In un mondo globalizzato come quello attuale, è importante segnare la differenza. Non solo a livello di conoscenze, ma anche per la compilazione di un curriculum nel momento della ricerca di un lavoro. Parlare spagnolo è sempre un di più. Oltre ad essere utile e necessario per vivere e lavorare in Spagna o America del Sud (ma anche gli USA), anche in Europa lo spagnolo si sta facendo largo poco a poco. Ha rimpiazzato altre lingue come il portoghese e l’italiano, e continua ad essere prioritario rispetto al cinese per esempio.

Lo spagnolo è attualmente la quarta lingua del mondo considerando già che è la seconda lingua d’ Europa. Dietro l’ inglese, il tedesco e il francese nel vecchio continente, questi ultimi due praticamente pareggiati rispetto al numero di parlanti nativi e studenti. Imparare lo spagnolo è diventato un elemento molto importante in un mondo globalizzato. Anche lingue asiatiche come il cinese, giapponese, ed il russo, hanno subito un impulso correlato all’ aumento del turismo. Le università già impartiscono lezioni in inglese come lingua veicolare, così come alcuni master.

aprender español-cresce-il-numero-di-studenti-di-spagnolo

Secondo alcuni studi recenti che controllano la competenza in inglese paese per paese, la Spagna, con il posto 23 -competenza moderata- si trova in posizione migliore rispetto a paesi come Francia o Italia, ancora però lontana dai primi posti occupati da Svezia, Danimarca o Norvegia. Uno studio realizzato dall’ Organizzazione consumatori e utenti afferma che solo uno per ogni dieci spagnoli dice di avere un livello d’ inglese avanzato, una situazione simile quando si chiede per il francese, tedesco o portoghese.

Secondo l’ ufficio di statistica europea Eurostat, la Spagna è uno dei paesi più avanzati per insegnamento della lingua. Tra le misure prese per questa situazione, troviamo alcune modifiche che si realizzeranno a partire dal 2018 dove, ad esempio in Catalogna tutti i laureati dovranno ottenere un livello B2 in una terza lingua (oltre al castigliano e catalano), equivalente al certificato First d’ inglese. Il B2 è diventato il livello di lingua che l’ Unione Europea considera basico per la mobilità lavorativa, attitudini stabilite nel Marco Europeo Común de Referencia para las Lenguas.

Tra le lingue più studiate in Europa, lo spagnolo già occupa la quarta posizione secondo gli ultimi dati pubblicati dall’ Unione Europa. Nella strategia per l’ internazionalizzazione delle università spagnole nel quinquennio 2015-2020 il governo ha fissato l’ ambizioso obiettivo che i laureati siano un 30% bilingue e 50% per i master.

 

Join Now

and get discounts & free enrolment

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento